Schermata 2014-03-13 alle 12.07.58INVITO AI GIOVANI UNDER 30 DELLA REGIONE LOMBARDIA ANNO 2013/2014

PER PARTECIPARE CON PROPOSTE ALL’OPEN CREATIVE FACTORY DEL PROGETTO “LIUTERIA & SUONO DESIGN DELL’IDENTITÀ TERRITORIALE LOMBARDA” promosso da ARTE LOMBARDIA ? Area Territoriale LOMBARDIA dell’I.C.S. International Communication Society per l’ EXPO 2015 LIUTERIA&SUONO come design dell’Identità territoriale lombarda: un percorso di valore culturale e imprenditoriale, agroalimentare e turistico

 

FINALITA'

Il 2013, Anno Europeo dei Cittadini, ha avuto come obiettivo di incoraggiare e rafforzare la partecipazione civica e democratica attiva dei cittadini dell’Unione: in questo ambito si colloca il progetto “Liuteria&Suono come design dell’identità territoriale lombarda” finalizzato all’’EXPO 2015 e l’invito rivolto ai giovani a riappropriarsi del proprio territorio tramite la cultura, la conoscenza del patrimonio materiale e immateriale per integrare il passato con il presente e proporre azioni di sviluppo e rinnovamento per il futuro.

 

OBIETTIVI

Contribuire a promuovere la partecipazione attiva del pubblico al fine di rendere i luoghi della cultura (da quelli più tradizionali, a quelli più innovativi) luoghi di dialogo, di interazione, di partecipazione anche emotiva, di costruzione condivisa di contenuti, di progetti, di allargamento della conoscenza, di strumento di inclusione sociale. La crescita della società della conoscenza è, infatti, strettamente legata alla partecipazione attiva e responsabile dei “cittadini”, di tutti i cittadini, perché possano essere realmente portatori dei diritti e dei doveri di cittadinanza. Tale premessa rende ineludibile la necessità di promuovere il “consumo” culturale, non solo rispetto a nuovi target di cittadini, ma anche indirizzandolo verso un’offerta ampia e diversificata che sappia valorizzare, al contempo, le risorse del territorio, a partire dalle realtà geografiche più isolate, dai patrimoni meno noti o meno “pubblicizzati”, ma non meno importanti.

 

RIPARTIRE DAL NOSTRO PATRIMONIO ARTISTICO E CULTURALE

Il 41,3% degli Italiani sente che le cose meravigliose che sono presenti nel nostro Paese possono costituire la molla che ci farà ripartire e che potrebbe permettere un rilancio dell’Italia che comprende il business turistico, ma é anche la linfa vitale a cui attingere, per ritrovare orgoglio e voglia di fare, speranza e gusto della vita (dati CENSIS). Ripartire, quindi, non da progetti faraonici ma dalla creazione di modelli sperimentali di piccola entità, flessibili e riproducibili, affinchè costituiscano una rete di cosiddette best pratices: quello che in ambito europeo viene definito, per le piccole e medie imprese “small business act” deve essere importato nel mondo della cultura e della creatività: e in questo ambito si muove il programma “Il Filo di Arianna: Arte come Identità culturale” promosso dall’Associazione ARTE LOMBARDIA e dall’I.C.S. International Communication Society&Partners che, a partire dal 2014 intende costruire progetti sperimentali partendo dai giovani non come passivi riceventi delle opere e del patrimonio culturale, ma con un ruolo forte di interazione e dialogo, di contributo alla creazione dell’esperienza estetica e conoscitiva. Le esperienze anche in Italia, nella didattica, non sono poche, ma è necessaria una sistematizzazione dei progetti, dei metodi usati, dei risultati per aiutare nel proseguimento e nell’allargamento dei lavori.