Art Nouveau, Riga

La città di Riga vanta una notevole quantità di edifici in stile Art Nouveau, eretti nel periodo tra la fine del XIX secolo ed il 1914 principalmente ad opera del celebre architetto Mikhail Ejzenštejn (1867-1921).
Tali edifici, che sono concentrati in un quartiere ben definito della città moderna, sono stati dichiarati nel 1997 - unitamente al centro storico di Riga - Patrimonio Mondiale dell'Umanità da parte dell'UNESCO

Bandiera

Il disegno fa riferimento ad una importante leggenda di un capo lettone ferito: il colore rosso scuro rappresenta il sangue che versò, il bianco la stoffa usata per fasciare le sue ferite

Stemma

Lo stemma lettone riunisce il simbolo dello nazione a quelli antichi delle regioni storiche della Lettonia: il sole, a significare la sovranità dello Stato, e le tre stelle di Curlandia, Semgallia e Latgallia. In passato, inoltre, le regioni storiche venivano associate ad animali, che ancora oggi compaiono sullo stemma: un leone rosso per Curlandia e Semgallia, un grifone bianco per la Latgallia. Di stemmi, ne esistono di tre tipi: quello completo, che può essere utilizzato solo dal Presidente della Repubblica, dalla Seima, dal Primo Ministro e dalla Corte Suprema; quello piccolo ampliato, che viene impiegato dalle istituzioni dipendenti dal Parlamento o dal Consiglio dei Ministri, infine quello piccolo, dove non compaiono le foglie di quercia, la coccarda, né il leone e il grifone ingranditi, per tutte le altre istituzioni statali.

Inno

Dievs, sv?t? Latviju ("Dio benedica la Lettonia") è l'inno nazionale della Lettonia. Il testo e la musica sono stati composti da K?rlis Baumanis.