Cattedrale di Zagabria

CattedraleCroaziaLa Cattedrale di Zagabria è l’edificio sacro più imponente della Croazia. Costruita in stile neogotico, esternamente è lunga 77 e larga 48,20 metri. Le torri sono alte ciascuna 108 metri. La sua superficie interna è pari a 1.671 mq e può accogliere 5.000 persone.
La cattedrale sorge all’interno della città fortificata d’origine medievale. L’Arcivescovado è stato costruito all’interno del complesso, in prossimità dei lati meridionale ed orientale, mentre, nella parte settentrionale, sono tutt’oggi visibili i resti della fortezza di un tempo, con torri e mura ben conservate. La Cattedrale custodisce un tesoro d’inestimabile valore con oggetti risalenti dall’XI al XIX secolo. In essa riposano le spoglie di tanti eroi e martiri della storia croata. Gli Zagabresi ricordano con particolare orgoglio ed affetto il 1994, anno delle celebrazioni del 900° anniversario della fondazione dell’Arcivescovado; in quell’occasione, l’allora papa Giovanni Paolo II, in visita al Paese, celebrò una santa messa nella Cattedrale di Zagabria.

Bandiera

800px-Flag of Croatia svgLa bandiera della Croazia consiste di tre bande orizzontali di uguale dimensione, nei colori panslavi rosso, bianco e blu che compaiono, disposti in diverso ordine, anche sulle bandiere di altre repubbliche dell'ex-Jugoslavia. Al centro della bandiera è presente lo stemma croato: uno scudo a scacchi rossi e bianchi debordante la fascia bianca, con il primo scacco rosso, sormontato da una corona costituita da 5 scudetti in rappresentanza delle 5 grandi suddivisioni della Croazia: Croazia antica (regione di Zagabria), Ragusa, Dalmazia, Istria e Slavonia.
Il tricolore rosso-bianco-blu è stato usato per la bandiera croata fin dal 1848. Quando la Croazia era parte della Jugoslavia, il tricolore era lo stesso, ma aveva una stella rossa a cinque punte al posto dello stemma. La bandiera ha acquisito la sua foggia odierna all'atto dell'indipendenza dalla Jugoslavia nel 1991, è stata infatti introdotta l'8 ottobre 1991, ha sostituito la precedente bandiera della Repubblica Socialista di Croazia, (Socijalisticka Republika Hrvatska 1963-1990), identica come disposizione dei colori e proporzioni ma caricata al centro di una stella rossa bordata in oro a ricordo della lotta partigiana.

453px-Coat of arms of Croatia svgStemma

Lo stemma della Croazia è formato da uno scudo principale sormontato da 5 scudi più piccoli che compongono insieme una corona. Lo scudo principale è a scacchiera con 13 caselle rosse e 12 argentee (bianche). Lo stemma è conosciuto con il nome Šahovnica (che in croato significa "scacchiera") ed è uno dei simboli storici del paese.
Lo stemma attuale è stato realizzato dal grafico Miroslav Šutej ed è stato approvato dal governo croato il 21 dicembre 1990, sotto l'egida di una commissione presieduta da Nikša Stan?i?, all'epoca capo del Dipartimento di Storia Croata della Facoltà di Filosofia dell'Università di Zagabria.
Il disegno riprende in pratica il tradizionale scudo a scacchiera, con l'aggiunta di una corona di 5 scudi, in rappresentanza di altrettante regioni storiche che formano l'attuale Repubblica di Croazia; essi sono, procedendo da sinistra verso destra:
1.un antico stemma della Croazia centrale: una stella dorata a sei punte sopra una luna argentea su campo blu; 2.un antico stemma della Repubblica di Ragusa: due strisce rosse su campo blu scuro; 3.lo stemma della Dalmazia: tre leoni dorati e coronati, due in alto ed uno in basso, su campo blu; 4.lo stemma dell'Istria: una capra dorata con corna e zoccoli rossi su campo blu scuro; 5.lo stemma della Slavonia: due strisce argentee su campo blu, separate da una striscia rossa che all'interno presenta una martora nera, il tutto sormontato da una stella dorata a sei punte.

Inno

L’inno nazionale della Repubblica di Croazia è "Lijepa nasa domovino” (Bella nostra patria). L’autore dei versi è Antun Mihanovic. La canzone è uscita per la prima volta col titolo “Horvatska domovina” nella rivista “Danica” nell’anno 1835. Sotto il nome “Lijepa nasa domovina” è diventata l’inno nazionale croato. Nel 1891 durante l’esposizione della Società economica craoto-slavona a Zagabria fu cantata per la prima volta come inno croato con il titolo “Lijepa nas a domovino”.